Condizioni generali di servizio

I

Il significato dei termini contenuti nelle Condizioni generali

Nelle presenti Condizioni generali i seguenti termini avranno il significato di seguito attribuito:

1.Il mediatore nel mercato immobiliare è Basilica d.o.o. Agenzia immobiliare, 10000 Zagabria, Bosanska 5, società la quale soddisfa i requisiti per lo svolgimento di mediazioni immobiliari definite dala Legge sulla mediazione immobiliare (d’ora in avanti: Mediatore).

2.L’agente immobiliare è una persona fisica iscritta l’Elenco degli agenti immobiliari ed è impiegata dal Mediatore (d’ora in avanti: Agente).

3.La mediazione nel mercato immobiliare indica le attività del mediatore immobiliare seguenti: mettere in relazione il mandante e persone terze, trattative e preparazione per la stipulazione di atti giuridici relativi ai beni immobili in questione, in particolare l’acquisto, la vendita, la locazione/affitto, la permuta ecc.

4.Il Mandante è una persona fisica o giuridica la quale stipula con il Mediatore un contratto di mediazione (l’acquirente, il venditore, il locatore, l’affittuario e altri possibili parti incluse nella mediazione immobiliare - (d’ora in avanti: Mandante).

5.La terza parte è una persona giuridica o fisica messa in relazione con il Mandante da parte dal mediatore per svolgere trattative ai fini di stipulazione di atti giuridici relativi ai beni immobili in questione (d’ora in avanti: Terzi).

II

Offerta

L’offerta del Mediatore e basata su dati ricevuti in forma scritta o verbale dal proprietario dell’immobile in vendita, in acquisto, in permuta, in affitto o in locazione, come anche su dati ricevuti inclusi negli incarichi scritti o verbali del Mandante.
Il mediatore non è responsabile nel caso di errori presenti nella descrizione dell’immobile o nel prezzo indicato e non potrà essere ritenuto responsabile per l’abbandono delle trattative da parte del proprietario.

III

Contratto di mediazione immobiliare

Con il Contratto di mediazione immobiliare (d’ora in avanti: Contratto) il Mediatore accetta l’incarico di mettere il Mandante in relazione con Terzi a fine di trattative e di stipulazioni di atti giuridici riguardanti la cessione o lo stabilimento di un diritto di proprietà relativo al immobile. Il Mandante si obbliga a pagare la provvigione del Mediatore (d’ora in avanti: Provvigione) per gli incarichi conclusi.
Il contratto viene stipulato in forma scritta a un periodo di tempo determinato.
Nel caso le modalità temporali non venissero incluse dalle parti contraenti, il Contratto viene stipulato a un tempo determinato di 12 mesi dalla data di stipulazione e può essere ulteriormente esteso con previa approvazione delle parti contraenti.

IV

Cessazione degli effetti del contratto

Il contratto di mediazione a tempo determinato viene terminato alla scadenza del periodo contrattuale, nel caso di mancato raggiungimento degli obiettivi da parte dell’agente o nel caso di termine del contratto da una delle parti contraenti.
Il Mandante ha l’obbligo da contratto a rimborsare al Mediatore le spese contrattuali.
Se entro un periodo non superiore della durata del contratto, il Mandante stipuli, dopo il termine del contratto, un contratto causato prevalentemente dall’attività del Mediatore prima del termine del Contratto di mediazione, lo stesso è obbligato a pagare la somma completa di provvigione del mediatore, salvo diverso accordo tra le parti contraenti.

V

Incarico di mediazione in esclusiva

Il Mandante si può impegnare a non conferire incarichi ad altri agenti immobiliari (mediazione in esclusiva), attraverso l’inserimento nel contratto di apposita clausola.
Qualora il Mandante stipuli un contratto tramite un altro agente durante il periodo del incarico di mediazione esclusiva, lo stesso è obbligato a pagare al Mediatore esclusivo la Provvigione stipulata nel contratto più le spese effettivamente sostenute durante la mediazione (in caso di clausola spese esistente). Qualora la somma non sia stata stipulata, il Mandante si obbliga di rimborsare le spese effettivamente sostenute durante la mediazione, le quali non possono superare la somma della Provvigione.
Il Mediatore ha l’obbligo di informare il Mandante del significato e delle conseguenze giuridiche di questa clausola, al momento della stipulazione del contratto.
Il contratto di mediazione in esclusiva a tempo determinato viene terminato alla scadenza del periodo contrattuale, nel caso di mancato raggiungimento degli obiettivi da parte dell’agente o nel caso di termine del contratto da una delle parti contraenti in base alle regole del Contratto di mediazione in esclusiva.
Il Mandante ha l’obbligo da contratto a rimborsare al Mediatore le spese contrattuali.
Se entro un periodo non superiore della durata del Contratto di mediazione in esclusiva, il Mandante stipuli, dopo il termine del contratto, un contratto causato prevalentemente dall’attività del mediatore prima del termine del Contratto di mediazione in esclusiva, lo stesso è obbligato a pagare la somma completa di provvigione del mediatore, salvo diverso accordo tra le parti contraenti.

VI

Obblighi del Mediatore

Durante le attività di mediazione ai fini di stipulazione del contratto di compravendita, Il mediatore si obbliga a compiere i compiti seguenti:
1.Mettere il Mandante in relazione con persone giuridiche e fisiche per lo scopo di conclusione dell’affare.
2.Informare il Mandante sul valore di mercato di immobili simili.
3.Esaminare documenti attestanti i titoli giustificativi della proprietà e avvertire il cliente su:
- irregolarità evidenti e possibili rischi relativi a immobili non iscritti nei registri
- diritti di proprietà reali e diritti dei terzi sull’immobile
- conseguenze legali di mancato rispetto degli obblighi verso terzi
- difetti dell’immobile e mancanza di certificato di agibilità
- circostanze e vincoli alla commerciabilità dell’immobile soggetti a normative speciali

4.Intraprendere azioni necessarie per presentare l’immobile sul mercato immobiliare, pubblicizzare l’immobile in modo adeguato, e altre azioni garantite dal contratto di mediazione le quali oltrepassano la solita presentazione e per le quali il Mediatore ha il diritto di rimborso delle spese prestabilite
5.Organizzare le visite all'immobile.
6.Offrire mediazione durante le trattative e cercare di attualizzare un contratto in caso di obbligo contrattuale.

7.Conservare le informazioni personali del Mandante e per ordine scritto del Mandante conservare le informazioni sull’immobile o altre informazioni relative all’immobile o all’incarico di mediazione.
8.Qualora l’oggetto del contratto sia un terreno,controllare la destinazione d’uso del terreno secondo le normative urbanistiche relative al terreno in questione.
9.Informare il Mandante di tutte le circostanze importanti da conoscere per attualizzare l’incarico.
10.Informare il Mandante sulle direttive della Legge sul riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo (GU 87/08).

VII

Obblighi del Mandante

Con la stipula del Contratto di mediazione, il Mandante assume i seguenti obblighi:
1.Informare il Mediatore su tutte le circostanze importanti per effettuare la mediazione, presentare informazioni precise riguardanti la proprietà e mostrare al Mediatore il permesso d’ubicazione, il permesso di costruire e il certificato di agibilità (se esistenti) dell’immobile in questione, come anche prove di avere rispettato gli obblighi verso terzi.
2.Presentare al Mediatore i documenti attestanti i titoli giustificativi della proprietà e informarlo della presenza di pesi sulla proprietà, registrati o non registrati.
3.Assicurare al Mediatore e ai Terzi la possibilità di visitare l’immobile.
4.Fornire al Mediatore tutti i dati importanti sull’immobile ricercato, tra cui in particolare la descrizione e il prezzo
5.Pagare la Provvigione del mediatore al momento della stipulazione del contratto (o contratto preliminare).
6.Rimborsare le spese sostenute durante la mediazione, le quali oltrepassano le solite spese di mediazione.
7.Informare per iscritto il Mediatore su tutti i cambiamenti relativi al incarico di mediazione, in particolare sulle modifiche relative ai titoli giustificativi della proprietà.
Il Mandante non ha l’obbligo di accedere alle trattative ai fini di conclusione dell’affare con Terzi trovati da parte dal Mediatore, ne l’obbligo di concludere l’affare in questione. Il Mandante si ritiene responsabile a pagare i danni per non avere agito in buona fede, e ha l’obbligo di rimborsare le spese sostenute durante la mediazione, le quali non possono superare la somma della Provvigione.
Il Mandante si ritiene responsabile a pagare i danni nel caso in cui abbia agito in modo fraudolento o nel caso in cui abbia trattenuto o dato informazioni errate ai fini di conclusione dell’affare.

VIII

Provvigione del mediatore

La misura della provvigione è stabilita contrattualmente e non supera il 6% del prezzo di compravendita. In caso di stipulazione di un contratto d’affitto o di locazione, la provvigione non supera la somma del canone mensile, eccetto per contratti stipulati a durata di 60 mesi (5 anni) e oltre, per i quali la provvigione ammonta a un minimo di 150% del canone di locazione o di affitto mensile.
La provvigione contrattuale include le attività del Mediatore descritte nel paragrafo 6. delle Condizioni generali.
In caso di attività non incluse nel paragrafo 6. delle Condizioni generali in base alla richiesta del Mandatore, il salario orario del Madiatore è pari a 350,00 kune (trecentocinquanta).
In caso di attività non incluse nel paragrafo 6. delle Condizioni generali in base alla richiesta del Mandatore, oltre il salario orario, lo stesso si obbliga pagare al Mediatore anche le spese effettivamente sostenute durante la mediazione.
Tutte le somme sono tassate con l’imposta sul valore aggiunto.
Il Mediatore ottiene il diritto alla Provvigione al momento della stipulazione del contratto di mediazione. Come conclusione dell’affare si considera la stipulazione del contratto preliminare, il quale include l’obbligo del Mandante e dei Terzi di stipulazione del contratto di compravendita, di permuta, di locazione, di affitto o altri contratti legati all’oggetto di mediazione.
Il Mandante ha l’obbligo di pagare la provvigione del Mediatore, nel caso concluda un affare diverso da quello mediato, il quale ha lo stesso scopo dell’affare mediato, con Terzi messi in relazione con il Mandante da parte dal Mediatore.

Si ritiene che il mediatore ha consentito al Mediante di entrare in contatto con Terzi nel caso abbia :
-direttamente condotto o inviato il Mandante a fare una visita all’immobile,
-organizzato un incontro tra il mandante e il Terzo per trattative ai fini di conclusione dell’affare
-informato il Mandante su nome, numero di telefono, fax, indirizzo e-mail dei Terzi o sulla posizione esatta dell’immobile.
Il Mediatore ha il diritto alla Provvigione al termine del contratto, entro un periodo non superiore della durata del contratto altresì, nel caso il Mandante concluda un affare con Terzi come risultato delle attività svolte dal Mediatore prima del termine del Contratto.
Nel caso di rinuncia durante le trattative (dopo aver ricevuto un offerta accettabile), il Mandante si obbliga a pagare la Provvigione del Mediatore.
Il Mandante si obbliga a pagare la Provvigione, qualora il contratto di mediazione venga stipulato, ovvero pagato il prezzo di compravendita, il canone di locazione o di affitto, da parte di qualunque persona fisica o giuridica, ossia coniugi legittimi o illegittimi, membri, organi amministrativi, o persona in qualunque altro modo legata a Terzi, all’acquirente, al venditore, al locatore, all’affittuario messo in relazione con il Mandante da parte del Mediatore, a scopo di stipulazione del contratto di compravendita o di qualunque attività di mediazione, nonostante la persona in questione faccia parte delle trattative ai fini di stipulazione del contratto di compravendita o di conclusione di altri affari di mediazione.

IX

Disposizioni finali

Per tutto quanto non espressamente menzionato nelle Condizioni generali vale la Legge sulla mediazione nel settore immobiliare, la Legge sulle relazioni obbligatorie e altre regolazioni legali.

Condizioni generali in vigore dal 10 aprile 2009.

Zagabria, 10 aprile 2009.

Basilica nekretnine società a responsabilità limitata per commercio e servizi di mediazione nel settore immobiliare, OIB: 25875979925, 10000 Zagabria, Bosanska 5

A V V I S O
Secondo art. 8. della Legge sulla protezione dei consumatori (GU 96/03, GU 79/07, GU 125/07, GU 79/09, GU 89/09, GU 78/12) Basilica nekretnine società a responsabilità limitata per commercio e servizi di mediazione nel settore immobiliare, OIB: 25875979925, 10000 Zagabria, Bosanska 5, permette agli utenti della mediazione di avere il diritto di opporsi.
Gli utenti della mediazione possono esercitare il diritto di opporsi in persona presso la sede della società o tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.
Ai reclami viene data una risposta entro 15 giorni.

Basilica nekretnine d.o.o
Dir. Ines Piskač

PREZZI PER IL LAVORO DI MEDIAZIONE:

I COMPRAVENDITA
Provvigione totale massima 6 %
Provvigione totale minima 2 %

II VENDITA
Provvigione per la mediazione immobiliare in caso di vendita (pagata dal venditore)
1 – 3 %,

III ACQUISTO
Provvigione per la mediazione immobiliare in caso di acquisto (pagata dall’acquirente)
1 – 3 %

IV PERMUTA
III ACQUISTO
La provvigione per la mediazione immobiliare in caso di permuta e pari a 1-3% e viene pagata da entrambi i contraenti. La percentuale viene calcolata dal valore dell’immobile ottenuto tramite permuta.

V AFFITTO
DARE IN AFFITTO O IN LOCAZIONE – provvigione del locatore
Percentuale dal canone mensile
100% Al minimo
100% Per affitto di durata di 12 – 59 mesi
150% Al minimo per affitto o locazione di durata di 60 mesi (5 anni) o più

PRENDERE IN AFFITTO O IN LOCAZIONE – provvigione del affittuario
Percentuale dal canone mensile
100% Al minimo per locazione
100% Al minimo per affitto
100% Per affitto di durata di 12 – 59 mesi
150% Al minimo per affitto o locazione di durata di 60 mesi (5 anni) o più

Tutte le somme sono tassate con l’imposta sul valore aggiunto.


Basilica nekretnine società a responsabilità limitata per commercio e servizi di mediazione nel settore immobiliare, OIB: 25875979925, 10000 Zagabria, Bosanska 5.
La società è iscritta nel registro della Corte commerciale di Zagabria sotto il numero 10/11143-2 80581442
Il capitale di base della società è 20.000,00 kune ed è pagato per intero.
IBAN: HR5724840081103856413 RBA d.d.
tel: 01/3777-444, fax: 01/3777-445, mob. 095/444-4442, 095/3000-111, 095/3000-999
web: www.basilica.hr e-mail: basilica@basilica.hr